Chi è e cosa fa l’Housekeeping Manager

Tra tutte le figure che svolgono un lavoro nel settore turismo e dell’ospitalità, oggi approfondiamo la conoscenza dell’Housekeeping Manager.

Questo profilo ha la responsabilità di assicurarsi che l’ospite abbia a disposizione tutti gli ambienti della struttura ricettiva, dalle camere agli ambienti comuni, e che vengano rispettati gli standard qualitativi e le norme igienico – sanitarie.

Quindi sull’housekeeping manager è uno delle figure chiave alle quali è affidata la soddisfazione del cliente, la quale dipende soprattutto dall’abilità mostrata nel gestire lo staff preposto alla pulizia, la manutenzione e al riordino degli spazi fruibili dagli ospiti.
Nelle strutture medio – grandi, l’housekeeping manager ha la responsabilità dei piani (camere e bagni) e le aree comuni.

E’ a capo dello staff in carica alla pulizia e al mantenimento di pavimenti, arredi (mobilio, tappezzerie, fiori, suppellettili) e impianti (elettronico, idrico, elettrico, areazione, ascensori). A lui è anche affidato l’acquisto dei prodotti di pulizia e il rapporto con i relativi fornitori, la corretta attività dei servizi di lavanderia, facchinaggio e guardaroba, compreso il controllo e la gestione dei costi del reparto.

Tra le capacità richieste all’Housekeeping Manager, ci sono senz’altro una profonda conoscenza dei reparti a lui affidati e in generale dell’organizzazione di tutto l’albergo. Essendo responsabile di un team più o meno grande, deve avere capacità di supervisionare, gestire e motivare il personale e organizzare il lavoro di squadra.

Tra i requisiti imprescindibili del lavoro dell’housekeeping Manager, sono spesso richieste nozioni di contabilità e amministrazione per la gestione del budget, oltre che l’uso dei sistemi informatici applicati.

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

Questa voce è stata pubblicata in candidati, professioni del turismo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.