Guida: come creare una lettera di presentazione e trovare lavoro nel turismo

Trattiamo in questa breve guida un argomento molto interessante ed utile per tutti i candidati che vogliono presentarsi in maniera originale e non standardizzata ad un’azienda in risposta ad annuncio di ricerca lavoro. La lettera di presentazione o di accompagnamento, da allegare al curriculum, può rappresentare un validissimo strumento per mettere in risalto le proprie competenze, parlare di se stessi aggiungendo informazioni personali che possono risultare superflue in un curriculum.

Immaginate la lettera di presentazione come un pre-colloquio di lavoro, diretto con l’interlocutore. Tenete ben chiara dentro di voi l’immagine di chi riceve il curriculum e la lettera, due presentazioni diverse e separate che possono essere lette in momenti diversi senza una priorità stabilita. La lettera viene definita infatti di accompagnamento anche perchè può anticipare il curriculum e rappresenta il primo impatto con il selezionatore. Scrivete in sintesi, tutto quello che di voi può interessare e colpire in maniera positiva il datore di lavoro e siate sinceri.

Come scrivere la lettera di presentazione: forma e contenuti

E’ preferibile scrivere a mano, per avere un tono più professionale e perchè alcune aziende ricorrono all’analisi grafologica per comprendere al meglio la personalità del candidato. In ogni caso, l’obiettivo è il lavoro, quindi è di fondamentale importanza scrivere un contenuto chiaro, sintetico, e scritto correttamente. La lettera di presentazione deve riportare l’indirizzo della società a cui stiamo presentando il curriculum, l’indirizzo e il riferimento all’annuncio o alla ricerca di candidati (Es. “in riferimento annuncio pubblicato su”). Riportare nella forma corretta, a destra del testo, la data e la località da cui scrivete. La lettera deve riportare in calce i riferimenti agli allegati, (curriculum, attestati ecc).

Utilizzare un linguaggio colloquiale, professionale ma diretto al punto della questione. Indicate i vostri interessi in riferimento al lavoro per cui vi presentate, l’idea del vostro ruolo in azienda, le vostre attitudini personali in riferimento al lavoro proposto. Uno stile burocratico è assolutamente da evitare, sopratutto per i saluti, ricordate sempre, il tono è colloquiale, quindi cordialmente, e distinti saluti. Evitare di ripetere nella lettera informazioni già indicate nel curriculum, ma indicate elementi aggiuntivi utili a stimolare l’interesse nel lettore. E’ molto importante la coerenza con il curriculum. Se avete dato risalto ad un titolo di studio o ad una esperienza lavorativa, analizzate nella lettera di accompagnamento i punti più significativi.

In conclusione, cercate di essere il più possibile chiari e sintetici, la lettera deve mettere in risalto la vostra personalità, presentarvi per quello che siete.La lettera deve sempre contenere elementi che si possono riscontrare in un colloquio di lavoro, per i bugiardi quindi, evitate di scrivere di viaggi se non avete viaggiato e non vi presentate come maghi della tecnologia se il vostro rapporto con il pc non è dei migliori.

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

  • No Related Posts
Questa voce è stata pubblicata in candidati, consigli per la carriera. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.