Le assunzioni nel 2011 nella ristorazione. I più richiesti sono stati camerieri e cuochi

Nel 2011 sono state stimate circa 50mila assunzioni negli esercizi pubblici, il 70% dei quali sono stagionali. Numerosi anche i contratti a tempo determinato.

cameriere-lavoro-assunzioniSono state circa 50mila le assunzioni nel settore ristorazione nel 2011 presso i pubblici esercizi, stime effettuate sulla base delle analisi del sistema informativo Excelsior di Unioncamere in collaborazione con il Ministero del Lavoro. Il report fotografa un comparto ad alto turn-over, con un aumento del numero di attività delle aziende.

Le imprese che si occupano di somministrazione di lavoro sono tra le più attive del mercato del lavoro e i camerieri risultano le figure più ricercate, in un numero di quasi 22 mila posti l’anno (oltre il 43% del totale). Al secondo posto risultano i cuochi, con 8600 nuovi posti di lavoro.

La Lombardia è in cima alle regioni che assumono di più in Italia. Le opportunità di lavoro infatti sono state 1.400 per i cuochi e più di 4 mila per i camerieri. Al secondo posto l’Emilia, con oltre 3 mila richieste per camerieri e 1.200 per i cuochi; segue il Veneto con 2.500 posti per camerieri, mentre svetta la Sicilia per quanto riguarda la ricerca di pasticceri (290).

Le assunzioni hanno per lo più il carattere della stagionalità, con il  Nord – Est che vanta il maggior numero di assunzioni stagionali, seguito dal Mezzogiorno e dal Centro. Degno di nota è il Trentino Alto Adige, dove il 90% delle richieste è per impieghi stagionali. Riguardo i lavoratori non stagionali, uno su tre è a tempo determinato, e la maggior parte (il 40%) vengono assunti nel Nord – Est e al Centro (36%). La regione in cui si assume di più a tempo determinato sono Emilia Romagna (56%) e Marche (53%), mentre in coda troviamo il Sud e le Isole con una percentuale inferiore al 30%.

Delle quasi 50mila assunzioni (precisamente 49.960), 48.740 sono profili “medium e low skill”, mentre le restanti 1.220 sono “high skill”.

Per quanto riguarda l’occupazione nel settore della ristorazione e del turismo, ecco in particolare le percentuali delle figure più high skill (e assunte): Banconisti di Agenzia di Viaggio – 9,8%, Agenti di viaggio – 7,5%, Assistenti tecnici ai clienti – 5,7%, Tecnici di agenzia di viaggio – 5,4%, Segretari di albergo – 5,1 %.

Le figure medium e low skill, sono state così suddivise: Camerieri – 18%, Baristi – 14%, Operatori di mensa – 12,3%, Cuochi – 7%, aiuto cuoco 6,6%, addetto servizi di pulizia 5%, cameriere di bar 4%, lavapiatti 3,7%, pizzaiolo 2,5%, addetto alla reception 2,2%, pasticciere 1,7%, cameriere ai piani 1,4%. Tra gli altri profili ricercati sono compresi barman, commis di sala e bar e facchini.

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

Questa voce è stata pubblicata in candidati, consigli per la carriera e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.