Perché non vengo mai chiamato per un colloquio? Come rispondere ad un annuncio di lavoro

Alla legge economica tra domanda e offerta non si sottrae il mercato del lavoro, che in quanto “mercato” non è diverso dagli altri “mercati”. Ciò significa che se per un annuncio di lavoro si candidano 20-200-2000 persone, di questi solo pochi verranno chiamati per un colloquio e spesso ad uno soltanto verrà affidato l’impiego.

Come fare dunque per essere selezionato e ricevere risposta alle candidature inviate?

Innanzitutto è fondamentale partire dall’inserzione. Leggerla attentamente, capire quali sono le reali necessità dell’azienda, quali requisiti richiede per il candidato ideale e quali funzioni/mansioni si andranno a svolgere. Se non avete i requisiti esplicitamente indicati nell’annuncio, NON CANDIDATEVI!!!

Se l’annuncio di lavoro è scritto in inglese, ovviamente il curriculum e la lettera di presentazione devono essere scritte in inglese, altrimenti il selezionatore non potrà leggerle e verranno cestinati immediatamente!
Inviare un curriculum per candidarsi ad un lavoro per il quale non si hanno i requisiti richiesti equivale a condannare la candidatura ad essere cestinata! Un selezionatore capisce in due o tre secondi se il candidato ha i requisiti per il lavoro. Nel caso contrario ovviamente il curriculum viene subito eliminato e non riceverete nessuna risposta per la candidatura, neanche negativa. Non candidatevi a tutti i costi ad un’offerta di lavoro che vi interessa anche se non avete i requisiti: per trovare lavoro non si deve cliccare indiscriminatamente e selvaggiamente su qualsiasi tasto “candidati” che trovate sul web!

Dopo aver analizzato l’offerta di lavoro, analizza te stesso: fai una critica lucida e attenta delle tue capacità, qualità, esperienze ed attitudini per capire se il lavoro fa al caso tuo  ma anche e soprattutto se potresti essere tu la persona ideale per l’azienda. Cerca di non sottovalutarti troppo ma anche di non barare! Le esperienze lavorative che hai scritto sul CV sono uno spunto per far capire all’azienda che sei la persona giusta: segna quelle che più si avvicinano al lavoro per cui ti stai candidando, cercando di dar loro maggior risalto rispetto alle altre. Se ad esempio ha svolto l’attività di Restaurant Manager e adesso ti stai candidando per una posizione relativa al controllo di gestione, metti in risalto le tue capacità di gestire i budget e controllare l’inventario, le provviste, i costi e i ricavi, e così via.

Praticamente è necessario adattare ogni volta il CV in base all’offerta di lavoro (ecco perché su thlcareers.com è possibile creare fino a 5 CV e fino a 5 lettere di presentazione).
Elenca le tue attitudini che credi possano avere rilevanza per il ruolo che svolgerai nel lavoro a cui ambisci: ad esempio, se sono richieste capacità organizzative, possiamo menzionare un periodo in cui abbiamo gestito con ottimi risultati un gruppo di persone, anche al di fuori del lavoro, come presso un’associazione culturale o sportiva.
Ricorda di essere sintetico ed incisivo. A nessuno interessano curriculum chilometrici che necessitano di ore per essere letti. A proposito di peso, ricorda che il curriculum (compreso di foto e lettera di presentazione) non deve essere superiore ai 600k; nel caso contrario la tua candidatura rischia di non essere ricevuta e rigettata automaticamente dai programmi di posta elettronica dei selezionatori. Ragion per cui è fondamentale registrarsi thlcareers, inserire curriculum e lettera di presentazione e candidarsi attraverso il sito. Il tuo curriculum così non sarà troppo pesante e sarà sempre disponibile al selezionatore, non correndo il rischio di essere rifiutato dai programmi di posta elettronica!

Per essere concisi, riduci o elimina tutte le informazioni non pertinenti con l’offerta di lavoro, in modo da presentare solo l’essenziale al selezionatore e fare in modo che non si perda nel cercare le informazioni che gli interessano.

Dopo aver completato il tuo curriculum, passa alla lettera di presentazione, che non deve essere mai più estesa di 10-12 righe e nelle quali devi spiegare perché ti stai candidando per quell’annuncio. Ricorda che scrivere una lettera di presentazione apposta per ogni annuncio è fondamentale, personalizzandola con il nome dell’azienda, con la posizione alla quale ci si candida ed esponendo le capacità di cui si è in possesso e che rispecchiano i requisiti richiesti dall’azienda nell’inserzione.

Ricorda che la lettera di presentazione è fondamentale, e che può rappresentare “il tuo asso nella manica” per fare la differenza con gli altri pretendenti al posto di lavoro e che ti può assicurare il successo, permettendoti di accedere al colloquio di lavoro (leggi i nostri consigli su come sostenere un colloquio di lavoro). La lettera di presentazione deve precedere il curriculum: potrai inserirla nel corpo dell’e-mail o creare un documento a parte. La cosa migliore è compilarla, unitamente al CV, su thlcareers.com e il sito stesso provvederà a recapitarla nella maniera più corretta e più sicura al selezionatore!

Per poter riuscire a meritarsi un lavoro è necessario attrarre, intrigare e incuriosire il selezionatore, convincendolo a leggere e attentamente e valutare il tuo curriculum, convincendolo che tu, quel lavoro e quell’azienda presso la quale andrai a lavorare sono un mix perfetto e che funziona nel migliore dei modi. Praticamente è la risposta alla domanda: “Perché dovrei assumere te e non qualcun altro?”. Rispondere correttamente e in maniera convincente a questa domanda significa avere la chiave per accedere al colloquio. Convinci il selezionatore e il lavoro potrebbe essere tuo!

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

Questa voce è stata pubblicata in candidati, candidatura spontanea, come preparasi al colloquio di lavoro, consigli per la carriera, scrivere il curriculum e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.