Il tuo nuovo lavoro: come aprire un Bed & Breakfast

La crisi economica, si sa, aguzza l’ingegno. E sia i turisti che gli operatori del settore turistico non sono esenti da questa affermazione. Sono sempre di più coloro che scelgono il bed & breakfast per le loro vacanze. Un modo facile e intelligente per risparmiare. I dati che emergono dall’Istat suffragano quanto sopra. Il turismo è in crescita, ma gli hotel e i villaggi subiscono un calo, con la conseguenza di mettere a rischio i posti di lavoro.
I turisti italiani e stranieri scelgono viaggi più brevi e soluzioni alternative come il camper o la roulotte, gli agriturismi, ma soprattutto i bed & breakfast, forti della formula pernottamento e prima colazione.
Pertanto i Bed & Breakfast sono un business che richiede una gestione molto semplice e una sicura fonte di introito: basta una sola stanza libera e la possibilità di risiedere nell’immobile che ospiterà il bed & breakfast per poter iniziare l’attività.

La normativa generale vigente che regola l’attività è la Legge 29 marzo 2001, n. 135 – “Riforma della legislazione nazionale del turismo”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 92 del 20 aprile 2001. Le Regioni hanno poi discipline autonome particolari. Ad esempio è regolato il numero massimo delle camere: 3 in generale, ma alcune regioni ne ammettono di più (come la Sicilia 5 e l’Emilia Romagna e l’Abruzzo 4). L’arredamento delle camere deve essere essenziale ma accogliente: letti, armadio, comodini, lampade e cestini. La legge prevede generalmente un massimo di 6 posti letto, mentre le regioni permettono delle deroghe: ad esempio il Lazio prevede al massimo sei letti, mentre nel Veneto il numero massimo di posti non è specificato; in Sicilia sono permessi fino a 20 posti letto.

E’ però indispensabile che l’attività sia classificata come saltuaria, pertanto è necessario sospenderla per almeno 90 giorni l’anno anche non consecutivi, al fine di non rendere obbligatoria la Partita Iva né il rilascio di un documento fiscale al momento del pagamento.

Per poter iniziare è sufficiente recarsi all’Ufficio Turistico del comune in cui è sito il B&B (o presso l’APT o IAT) e presentare una denuncia di inizio attività, insieme ai prezzi che si intendono praticare. L’autorizzazione e il listino prezzi timbrata dal Comune devono essere liberamente consultabili dagli ospiti all’interno della stanza.

Il bed & breakfast si configura così come uno strumento di business molto facile da gestire e redditizio, oltre come un’opportunità di lavoro e di autoimpiego.

Che tu sia una casalinga, un single, uno studente o una famiglia, puoi trovare nel B&B un modo per crearti un nuovo reddito o di arrotondare quello già esistente affittando ai turisti una o più stanze della tua casa.
Internet è uno strumento potentissimo che ti dà la possibilità di pubblicare online le foto della tua casa per raggiungere i clienti in tutto il mondo e crearti un’opportunità di lavoro.

La visibilità del web sarà aggiunta al passaparola che i clienti useranno se si troveranno bene come ospiti presso di te.

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

Questa voce è stata pubblicata in aziende, candidati e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.