Temporary Management, un nuovo lavoro al servizio del turismo

Nel settore delle piccole e medie imprese operanti nel turismo si ricorre sempre più spesso al Temporary management per portare strategie e innovazione nel lavoro.

Il settore alberghiero italiano, per la maggior parte costituito da piccole e medie imprese a conduzione familiare e imprenditoriale, ha riscontrato negli ultimi tempi un bisogno crescente di acquisite competitività in un contesto quale quello del turismo e dell’intrattenimento sempre più affollato ed esposto alla concorrenza. Per questo motivo sempre più aziende turistiche si affidano al prezioso supporto del temporary management.

Ma che funzione ha il TM all’interno di una struttura alberghiera? Il principale apporto sta nel valutare la fattibilità di progetti per nuove strutture supportando la fase di avvio. Ma l’apporto più utile è rivolto a strutture già esistenti, supportando il miglioramento di aree specifiche con attente valutazioni alle condizioni strutturali dell’albergo, le attrezzature, le risorse umane e l’efficienza dei vari reparti. Incluse anche le attività di marketing e comunicazione e l’ambito amministrativo.

Un’area dell’organizzazione del settore alberghiero ancora poco valutata è quella del cosiddetto revenue & yield management. Riguarda l’aspetto dei ricavi (revenue) e una serie di metodologie e strumenti per poter elaborare dati di previsioni sulla domanda con lo scopo di aumentare i profitti aziendale, attraverso flessibilità delle tariffe, della disponibilità e delle offerte proposte alla clientela. Navigando sul web è possibile rendersi conto della quantità di proposte di lavoro relative alla figura di Temporary management, attraverso siti specializzati, manager group in forma societaria e gruppi in social network.

Sempre il web consente, però, di capire quali siano le società specializzate più valide e più note: il tempo di presenza sul mercato specifico, la tipologia e il numero di progetti seguiti nel corso degli anni, l’appartenenza a gruppi internazionali possono infatti essere tutti considerati dei buoni indicatori per indirizzare la propria scelta.

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

Questa voce è stata pubblicata in aziende, offerte di lavoro, professioni del turismo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.