Come prepararsi ad affrontare il primo giorno di lavoro

Hai finalmente ottenuto il tanto desiderato e sognato lavoro. E’ stata una fatica immensa rispondere a tanti annunci ed offerte di lavoro, hai sostenuto diversi colloqui e ti senti come il campione che sale sul podio dopo aver vinto una gara estenuante e che è pronto a raccogliere le ovazioni dei tifosi! Proprio all’apice della soddisfazione un pensiero poco confortante ti attraversa la mente: il primo giorno di lavoro!


Non avere paura e mantieni la calma! Ricorda che la maggior parte della fatica è già stata affrontata e che hai avuto successo: il tuo CV è stato letto e apprezzato, il colloquio è andato bene e quindi non hai nulla da temere. Si apre una nuova fase della tua vita che richiede impegno e costanza ma che ti darà grandi soddisfazioni.
Per affrontare al meglio questa nuova avventura, in linea di massima puoi seguire i consigli che ti abbiamo dato per il giorno del colloquio (i nostri consigli su come sostenere un colloquio di lavoro): utilizza un abbigliamento sobrio e comodo. Osserva i colleghi già il primo giorno di lavoro e potrai ispirarti a loro per decidere in seguito come vestirti sul luogo di lavoro. Ovviamente se sei uno chef o lavori nel front office, l’albergo ti fornirà la divisa e/o ti indicherà quale abbigliamento utilizzare.
Per quanto riguarda l’orario di lavoro, cerca di non arrivare troppo in anticipo (è sintomo di manifesto stato di agitazione); al contrario se sei un ritardatario cronico organizzati puntando la sveglia molto in anticipo e prendendo nota di orari, indirizzi e itinerari. L’ideale è arrivare qualche minuto prima dell’apertura dell’ufficio o dell’inizio del turno.
Una volta entrato, dovrai presentarti ai colleghi, i quali si avvicineranno a te sorridendo e stringendoti la mano pronunciando il loro nome. Non preoccuparti di ricordare subito a memoria  tutti nomi dei colleghi. Ti sarà perdonato qualche errore (all’inizio!).
Dopo aver firmato i documenti per l’assunzione (se non lo hai già fatto precedentemente), ti verrà mostrato l’ufficio o la tua postazione. Ricorda che è fondamentale assimilare e ricordare tutte le informazioni che ti verranno fornite in questa fase: tieni a mente tutti i luoghi chiave dalla macchinetta del caffè alla zona fumatori. Se ricopri un ruolo operativo in albergo, ti verranno mostrati i locali della struttura (dalle cucine alla spa), in modo da farti ambientare e farti conoscere tutti i servizi dell’albergo.
I primi giorni ti verrà assegnata una persona che si occuperà di illustrarti il lavoro e affiancarti nelle prime mansioni, e cominciando con svolgere compiti base.
Potrebbe anche accadere che tu sia pronto per il primo giorno di lavoro, ma che non lo sia l’azienda e/o i colleghi, compreso la persona che si deve occupare della tua formazione o del tuo affiancamento. Il pericolo è che tu possa trovarti a raggirarti senza meta per gli uffici senza sapere concretamente cosa fare, suscitando anche la “pietà” dei tuoi colleghi che si offrono di fornirti assistenza o anche un semplice caffè.
Un altro inconveniente in cui potresti incappare è di ordine “logistico”: potresti avere a disposizione sia il trainer che tutti i colleghi, ma potrebbe mancarti la scrivania, trovandoti ad affiancare un tuo collega, oppure nessuno che nessuno sappia quale mansione tu debba svolgere, ritrovandoti a domandarti (o a domandare) cosa fare o a fissare lo schermo del computer in attesa che l’addetto IT crei per te un account e ti dia la password per accedere al PC.
Anche in questi casi è necessario non perdersi d’animo cercando di essere propositivo senza criticare la situazione: cimentati nell’anticipare il lavoro che andrai a fare, crea una lista degli indirizzi e-mail e dei numeri di telefono dei diversi dipartimenti e dei tuoi colleghi, tieniti occupato in qualunque modo e vedrai che il tuo primo giorno di lavoro sarà produttivo e sarà apprezzato da colleghi e superiori!

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

Questa voce è stata pubblicata in candidati e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.