Golf: un’inaspettata grande fonte di lavoro nel turismo

Un enorme prato verde nel quale spicca la bandierina rossa, l’odore di erba bagnata, il riverbero dei suoni della natura che non intaccano l’estrema concentrazione del perfetto golfista pronto al tiro decisivo per lanciare la palla verso il green.

Questo e molto altro è il golf!
Un mondo pieno di sorprese, tutto da scoprire.
Che molto dà agli appassionati e a chi inizia ad interessarsene soprattutto a scopo lavorativo.

Un aspetto che i profani del golf sconoscono è appunto il fatto che questo sport sia un polo d’attrazione per il denaro e una grande fonte di lavoro: dove c’è golf gira l’economia! In seguito a delle ricerche condotte alcuni istituti europei si è arrivati alla conclusione che i turisti golfisti spendono mediamente un terzo in più delle altre tipologie di turisti. Anche chi li accompagna tende a spendere molto intrattenendosi con le attrazioni alternative che i golf clubs offrono loro. In Spagna le alternative si concentrano sull’aspetto artistico-culturale e gastronomico delle varie regioni in cui i clubs sorgono. Al contrario, in Svizzera, altro stato in cui il turismo golfistico è molto sviluppato, i clubs sorgono spesso vicino ai parchi UNESCO, polo d’attrazione strategico per gli appassionati della natura.

Il lavoro nel turismo in Italia è per lo più stagionale e basato sul business della neve (nel periodo invernale) e del mare (nel periodo estivo). Si sta tentando di destagionalizzare il lavoro nel turismo in Italia grazie attraverso il golf.

Abbiamo chiesto a chi lavora in un golf club di aiutarci a capire quali conoscenze e capacità servono per inserirsi in questo settore lavorativo e lui ha dichiarato che un minimo di passione per questo sport bisogna possederla, la dinamicità è essenziale, e bisogna anche amare il lavoro di squadra per poter soddisfare una clientela molto esigente. Un caddie deve avere le conoscenze più complete sugli attrezzi del gioco e mantenerli sempre puliti e pronti per l’uso, dev’essere in grado di guidare un caddie e anche di preparare cocktail e bevande fresche per servire le clientele più esigenti. I giudici di golf dovranno essere sempre pronti ed attenti a conteggiare il corretto numero di Par. E gli addetti al green dovranno sempre mantenere un prato perfetto e curatissimo!

In Italia la figura professionale di manager da club ha iniziato a diffondersi solo negli ultimi anni e sono contemporaneamente nate vere e proprie scuole e campus del golf in cui vengono formate figure professionali con abilità manageriali che abbiano delle capacità e conoscenze golfistiche.

Vi abbiamo un po’ incuriosito?
Se volete sapere di più su ceste, palle, borse, mazze, green e piatti potete visitare i siti:
CIPCG consorzio italiano proprietari campi da golf.
AITG associazione italiana tecnici di golf e PGAI professional golfers Association of Italy.

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

  • No Related Posts
Questa voce è stata pubblicata in candidati, news lavoro, offerte di lavoro. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.