Professionisti nel turismo: accompagnatore turistico

Chi è l’accompagnatore turistico, che compiti svolge e perché molte agenzie di viaggio, e non solo, si affidano a questa figura professionale.

L’Accompagnatore turistico è una figura di riferimento per chi viaggia in gruppo o da solo. È colui che assiste il turista dall’inizio alla fine del viaggio. Si occupa di dare informazioni generiche sulle località di destinazione, sbriga tutte le pratiche burocratiche richieste (dogana, spostamenti interni), provvede alla sistemazione in albergo e la prenotazione dei ristoranti, e seguendo fedelmente il programma di viaggio si occupa di far visitare le attrazioni del luogo. Per qualsiasi problema o richiesta il turista sa che può rivolgersi all’Accompagnatore turistico.

accompagnatore-turistico-guidaCi sono vari tipi di accompagnatori:

  • L’Accompagnatore in Outgoing, detto anche Tour manager, che provvede a condurre i viaggiatori all’estero;
  • L’Accompagnatore in incoming, che opera all’interno dei confini nazionali  e fa da Capogruppo alle comitive, che possono essere sia italiane che straniere;
  • L’Accompagnatore in daily che accompagna i gruppi in escursioni giornaliere;
  • L’Accompagnatore detto Trasferista, che si limita a svolgere una funzione da accoglienza nei raccordi tra una destinazione e un’altra, come ad esempio da un aeroporto all’altro.

I fondamentali requisiti che il perfetto accompagnatore deve possedere sono la conoscenza delle lingue straniere e una buona dizione. Essere in grado di parlare in pubblico e amare viaggiare. Una buona cultura generale rende la sua professionalità di qualità, perché deve essere in grado di interessare il turista con nozioni storiche, geografiche e artistiche. Inoltre deve avere spiccate capacità organizzative per tutti gli aspetti amministrativi e burocratici possibili.

FORMAZIONE TURISTICA
Per diventare accompagnatore può risultare necessario il diploma di scuola superiore o laurea triennale entrambi a indirizzo turistico e offrono la possibilità di svolgere la professione. Esistono pure diversi corsi di formazione specifici (interessante il sito corsiturismo.it), al termine dei quali bisognerà sostenere un esame di abilitazione (regionale o provinciale) per ottenere il patentino. Dopo di che è obbligatorio iscriversi all’albo regionale. Per esercitare questa professione bisogna possedere una licenza, annuale e rinnovabile, che viene concessa dal comune di residenza. Parte importante della formazione personale è la quantità di viaggi che l’aspirante accompagnatore ha effettuato nella sua vita.

SBOCCHI PROFESSIONALI
La situazione odierna fa ben sperare per questa professione, la cultura del viaggio si sta radicando sempre più portando gente non abituata a muoversi dalla propria città a trovarsi in viaggio.Le agenzie di viaggio cercano sempre figure professionali adatte ad accogliere i turisti stranieri ma anche ad accompagnare i turisti italiani all’estero. Si lavora per lo più autonomamente per conto di tour operator o enti di promozione turistica.Anche quando non si vorrà più viaggiare è possibile trovare opportunità di lavoro nel ruolo di Direttore tecnico di agenzia o fare il Programmatore turistico, che si occupa appunto di stilare un programma di viaggio.

 

I lettori di questo articolo hanno letto anche:

  • No Related Posts
Questa voce è stata pubblicata in candidati, professioni del turismo e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.